Non è una principessa!

tumblr_mero0zz4VW1rrmu42o1_500

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da piccola pensava che la forza fosse solo quella delle braccia, dei muscoli o, in qualche caso da Guinnes World Records, quella della lingua e delle orecchie.

Ci sperava che la forza fosse solo di quel tipo lì. Di quelle che, quando finisci di metterla alla prova, ti basta solo una pomata da spalmare sulla pelle per rimettere in sesto i muscoli, o al limite qualche giorno di riposo per ritrovare vigore.

Ma ha scoperto altro.

Con il suo metro e cinquantotto di altezza, la sua resistenza fisica al minimo, la sua sopportazione del dolore bassissima, la sua forza c’era ma risiedeva in altro.

Era lì nel cuore, ma non quello di carne che batte in petto, ma quello che le si è spezzato un migliaio o due di volte e si è ricostruito altrettante volte. In quello che sente bruciare, contorcersi, fermarsi ad una parola sbagliata. Quello gonfio d’amore.

Quello che le passa dagli occhi.

Quello che tra le lacrime l’ha spinta a resistere ancora, ancora e ancora. Quello che le ha fatto ricostruire i castelli di sogni, distrutti da chi aveva troppa paura di viverla ogni giorno.

E’ forte! Lo è davvero!

Perché è rimasta. Rimasta quando c’era una possibilità su un milione, quando tutti gli altri non sarebbero rimasti, quando le è stato negato il futuro. Lei ci crede. Ci crede sul serio, arrabbiata, spossata, sfinita, non ha mai osato abbandonare le armi. Non lasciava vincere la stanchezza, la monotonia, la routine; li ha sempre accettati come parte di qualcosa di più grande, per cui vale la pena resistere.

Tra le sue mani non ha spade, asce, archi e frecce. Però sa usare abbracci, parole, sorrisi e sguardi. Non li rinfodera mai, non è il tipo che lo fa. Li tiene lì, pronti all’uso, lucidati e affilati sembrano non portare memoria delle battaglie in cui lei se n’è servita; ma se scruti bene, dietro a quel riverbero che mandano, ricordano tutti i momenti difficili in cui erano presenti nonostante le lacrime che li bagnavano.

Per difendersi non ha scudi. Non si difende mai. A braccia aperte va verso ciò che la uccide, lo accoglie senza respingerlo, lo tiene tutto dentro dandogli modo di farla a pezzi. Lascia che quelle sterpaglie di parole cattive le stringano l’anima, la facciano sanguinare senza darsi possibilità.

Ed è sempre pronta a ripartire, nessun riposo ristoratore si concede, nessuna pausa dal dolore accetta. Ma guarisce sempre, perché lo fa combattendo.

Per quel sorriso, per quel tocco, per quegli occhi scuri, lei lotta.

Lo fa anche quando dice di non farlo, anche quando le chiedono di non farlo.Perché è sincera quando dice “ti amo” o ” non ti lascerò solo”, per lei non si ritirano alla prima delusione, alla prima sconfitta. Ci crede.

E, anche se ha amato le principesse delle favole, ha sempre capito che il suo ruolo non è quello di aspettare addormentata, schiavizzata, inerme; no, lei doveva combattere contro draghi e creature oscure, lei doveva essere coraggiosa, era lei che doveva dare il bacio del vero amore.

Non è una principessa. Non sa che farsene dell’appellativo “più bella del reame”, sa di non esserlo ed è questo che apprezza in sé. Per quel trucco elaborato che ama mettersi addosso quando nessuno la vede, o quel vestito audace chiuso nell’armadio che non vedrà mai occasione di essere messo. Per quei capelli che sono un pastrocchio di tre colori, o quella pancetta che non ha mai voglia di buttare giù. Per quelle scarpe col tacco che ha messo cinque volte in tutto in cui le hanno martoriato i piedi, o quel rossetto rosso che si mette solo davanti allo specchio di camera sua. Per questo lei non è una principessa.

La sua idea di divertimento non è confusione, alcool e musica assordante. Le bastano amici fedeli, un film impegnativo e tante schifezze da mangiare. Le bastano un piumone, un pigiama, una cioccolata calda da dividere, tanti abbracci e baci.

Le basta sentirsi bella per uno e non per tutti.

E tu che la guardi non diresti mai che è forte. Il suo aspetto ti suggerisce altro. Ma fidati, lo è!

Craig J Spearing